Chi siamo

E’ importante sapere chi siamo? NO, non ha importanza sapere chi siamo, anche perché nel WEB molti nascondono la propri identità, tuttavia la nostra credibilità è data da coloro che hanno fruito dei nostri servizi, ed a pagina “Dicono di noi” potrai avere riscontri, tuttavia ci chiamiamo: Claudio (esperto  di leggi e di tecnica nonché agente  che attualmente in servizio non è possibile svelarne ove), Paolo (ex Agente di Polizia Locale a Roma), Luca (Presidente AutoMoto Club Romagna) e Maurizio (agente).

I  nostri nomi  sono scomodi per molti Industriali e  Amministrazioni, in quanto vivendo a contatto con tali tipi di apparecchiature (autovelox, telelaser, tutor ecc.) ne conosciamo i punti deboli , ovvero per professione attuale e passate, ne conosciamo l’aspetto legale (sconosciuto agli industriali) e tecnico (sconosciuto agli avvocati)

Ecco alcuni Avvocati con la quale ci scambiamo informazioni: Avv. Teresa Lagreca  di Rimini, Avv. Massimo Tribolo di Torino (che con il suo ricorso ha fatto scaturire la sent 113/2015 della Corte Costituzionale), Avv. Antonio Cesarini di Bergamo,  Avv. Fabrizio Zega di Roma,  Avv. Massimiliano Nicolai di Ravenna,  Avv. Teresa Augusto di Messina,  Avv. Fabio Capraro di Treviso,  Avv. Carmela Di Donato di Benevento, ecc. tutti reperibili sul sito dell’albo forense nazionale

Noi del sito ci occupiamo esclusivamente di reperire e studiare il problema relegato agli strumenti misuratori di velocità, quindi contrastarli, ma non perché siamo favorevoli alla velocità, ma perché non accettiamo che gli strumenti ed il loro utilizzo avviene in difformità delle leggi, al solo scopo di favorire le casse  sia degli industriali che delle Amministrazioni che utilizzano tali strumenti, creando nel contempo un impoverimento del popolo.

Noi come detto siamo dediti allo studio della materia, tuttavia siamo in grado di metterti in contatto con una società composta da personale qualificato che redige ricorsi sotto la nostra supervisione, ovvero, per chi vuole fare ricorso, noi del sito ne analizziamo i motivi, li rapportiamo al personale della società che provvede a redigere l’atto, quindi, sempre noi  del sito verifichiamo che il ricorso stesso sia stato redatto nel rispetto delle nostre direttive, provvedendone all’inoltro per mail ai ricorrenti

Noi siamo per il rispetto delle leggi di entrambi, utenti della strada e della Pubblica Amministrazione, infatti siamo contro la segnalazione preventiva degli autovelox e di tutti quelli fissi (attualmente è come avvisare chi vuol commettere un reato quali posti siano presidiati da agenti), ma quello che desideriamo è che gli autovelox  e solo mobili, venissero posizionati solo su quelle strade che rispettano i limiti di legge previsti dal C.d.S. e non al ribasso al solo scopo di fare cassa

 

 

Se vuoi fare ricorso noi siamo qui, e comunque in “contatti” vi è Claudio che chiamandolo al telefono risponderà alle tue domande  .

Commenti chiusi